Pulizia dei denti: 5 consigli per una perfetta igiene orale

Pulizia dei denti: 5 consigli per una perfetta igiene orale

Pulizia dei denti: 5 consigli per una perfetta igiene orale

La pulizia dei denti è fondamentale per una perfetta igiene orale e per prevenire spiacevoli patologie quali carie, infiammazioni gengivali. Detta anche detartrasi, è indispensabile per avere una bocca sana. Tutti noi utilizziamo quotidianamente lo spazzolino da denti; i più virtuosi, anche il filo interdentale e il collutorio.

Strumenti base, ma siamo sicuri di utilizzarli correttamente?

In questo articolo troverete 5 consigli utilissimi per praticare una pulizia dei denti sicura anche da casa. Attenzione però, perché qualunque strumento fai da te non equivarrà mai a una pulizia dei denti professionale. I risultati che si ottengono dal dentista restano impari; tuttavia, l’igiene orale resta una pratica quotidiana, e non possiamo essere pigri. Mettere in pratica ogni giorno, allora, best practises ci aiuterà a mantenere denti forti e sani.

#Consigli 1 per una perfetta pulizia dei denti: tecniche di spazzolamento

Spazzolarsi i denti è un gesto automatico. Rientra nella nostra routine e siamo convinti di eseguirla correttamente. Invece, non sempre è così. Se non applichiamo la giusta tecnica di spazzolamento rischiamo di lasciare in bocca più sporco di quando pensavamo.

Il movimento che dovremmo fare con la mano è una leggera pressione sui denti, spazzolandone la superficie interna ed esterna. Immaginate di accompagnare con la mano lo spazzolino su e giù per la vostra bocca delicatamente, per non infiammare le gengive.

A proposito di queste ultime: va bene non irritarle, ma necessitano comunque di essere pulite. Quando non ci laviamo bene i denti, la placca che si deposita sull’attaccatura è dannosa non solo per i denti, perché causa le carie. Anche le gengive, infatti, ne risentono. E magari quando vi accorgete che qualcosa non va, il danno è bello che fatto. Ergo: ricordatevi di inclinare lo spazzolino di almeno 45° per consentire alle setole dello spazzolino di arrivare almeno alla linea gengivale.

Altre best practises, cambiare lo spazzolino (o la testina di quello elettrico) almeno ogni tre mesi e pulire anche la lingua; vi basterà passarci lo spazzolino su e giù.

#Consiglio 2: scegli il dentifricio adatto alla pulizia dei denti

Vi chiedete mai quanto dentifricio ci voglia per lavare bene i denti? Poco. Bastano solo 2cm di lunghezza per lavarsi i denti, il resto lo fa la manualità. Sì, anche se state utilizzando lo spazzolino elettrico. Resta vitale la questione dell’inclinazione, così come del movimento dal basso verso l’alto e viceversa.

S.O.S bambini!

Appena spunta il primo dentino, è importante cominciare subito a insegnare loro come lavarsi i denti. Misurare la giusta quantità di dentifricio è semplicissimo: usate come metro di misura  l’unghia del mignolo.

Per quanto riguarda, invece, la sua formulazione, i dentisti consigliano il dentifricio al fluoro. Si tratta di un minerale in grado di combattere tutte le infezioni dentali, proteggere lo smalto dentale, rinforzare il calcio nei denti.

#Consiglio 3: strumenti per la pulizia dei denti 

Oltre lo spazzolino elettrico, esistono altri strumenti che dovremmo utilizzare tutti nel quotidiano per mantenere il cavo orale pulito. Il filo interdentale è un ottimo alleato perché arriva laddove lo spazzolino si ferma (copre solo il 60% della superficie orale). Anche gli spazi interdentali vanno puliti; per farlo, dobbiamo affidarci o al filo interdentale oppure all’idropulsore. Questo strumento funziona attraverso un getto d’acqua pulsante, assolvendo alla stessa funzione del filo.

Un altro valido alleato per la pulizia dei denti quotidiana è il collutorio. Ma siamo sicuri di saperlo usare? La maggior parte di noi sciacqua la bocca col collutorio dopo aver lavano i denti con lo spazzolino. Qui i pareri divergono.

La questione, infatti, è: utilizzare il collutorio prima dello spazzolino per ammorbidire lo strato di placca.

Oppure: utilizzarlo dopo per disinfettare la bocca, mantenere l’alito fresco e buttar via i residui di cibo.

In ogni caso, usatelo!

#Consiglio 4: l’importanza di un’alimentazione sana

Ciò che mangiamo influisce tantissimo sulla salute dei nostri denti. Oltre una questione strettamente tecnica intorno alla pulizia dei denti, altro agente da mettere in campo è sicuramente prestare attenzione al cibo che introduciamo nel nostro corpo.

Ormai è risaputo che gli alimenti troppo zuccherini guastano i nostri denti aumentando il rischio di carie. Ciò dipende dalla grossa quantità di amidi che cibi come le patatine fritte o i succhi di frutta contengono. Anche le caramelle sono da evitare il più possibile, specialmente quelle gommose che restano appiccicate ai denti. Ancora, le bibite gassate o agrumate sono troppo acide per lo smalto dei nostri denti. Il tè e il caffè macchiano tantissimo i denti, e la lista potrebbe allungarsi ma non disperate; i danni sono imputabili all’uso smodato.

#Consiglio 5: non disertare gli studi dentistici

In ultimo ma non per importanza, il consiglio madre. I consigli dati finora contribuiscono all’igiene orale; tuttavia, se disertiamo gli studi dentistici, serviranno a poco. È assolutamente necessario recarsi dal proprio dentista per una visita e una pulizia dei denti professionale almeno una volta l’anno, se non ogni sei mesi.

I peggiori nemici dei nostri denti sono il tartaro e la placca. Il dentista è in grado di rimuovere le formazioni accumulate nella zona posteriore degli incisivi inferiori grazie a strumenti professionali a ultrasuoni, praticando anche un’anestesia locale per non sentire alcun dolore.

Lo smacchiamento e la lucidatura sono pratiche che andrebbero eseguite in modo sicuro, presso uno studio specializzato e non faidate con miscugli a base di bicarbonato e gocce di limone; queste pratiche casalinghe, infatti, possono rivelarsi deleterie se non si conoscono le giuste dosi.

“Ho rimosso tutti e 4 i denti del giudizio nell’arco di un tot di tempo ed ogni volta la prestazione è durata al quanto poco ma allo stesso tempo decisamente efficiente e soprattutto puntigliosa poiché per ciascuna operazione è stata utilizzata la metodologia più appropriata e seguendo tutti i consigli da utilizzare nella settimana di convalescenza non ho avuto nessun dolore fisico e in due casi su quattro non si è nemmeno gonfiata la guancia. Consiglio vivamente, il medico chirurgo è un fenomeno!!”

Danilo
Danilo

Il migliore studio dentistico del pinerolese. Professionali, molto attrezzati e con strumentazioni all’avanguardia, e soprattutto molto pulito. I prezzi sono buoni Lo consiglio.”

Stefano D.
Stefano D.

“Équipe professionale e gentile che lavora con il massimo della tecnologia a prezzi giusti!”

Luca R.
Luca R.
CHIAMA E PRENOTA